Percorso

UN TRACCIATO DI 23 KM
 UN DISLIVELLO TOTALE DI 1500 MT
UNA QUOTA MASSIMA DI 1.922 SLM

 

Il percorso dell’edizione 2017 è molto tecnico, e permetterà agli atleti di affrontare fin da subito un’ascesa impegnativa: dai 1100 m. della località Avendone si salirà infatti ai 1.868 m del monte San Fermo, passando per la località Avendrino e per la Val di Moren; si proseguirà poi, attraverso il Sentiero Alto, verso il Monte Arano a quota 1.922 m. e il Rifugio Laeng, dove inizierà una vera e propria “picchiata” verso il colle Mignone. Da qui si risalgono i pendii del Monte Mignone e raggiunta la sua sommità si riprende la discesa dalla località “Agolo” passando sotto alla caratteristica “Porta de l’Agol” ritornando al Passo del Mignone ed il Lago di Lova per fare infine ritorno a Borno, in piazza Giovanni Paolo II dove è previsto l’arrivo.

 

CARATTERISTICHE DEL TRACCIATO

Distanza: 22.89 Km

Dislivello: 1899.2 m

Altitudine minima: 883.8 m slm
Altitudine massima: 1921.6 m slm

Il percorso dell'edizione 2017 sarà più tecnico rispetto agli anni passati, e permetterà agli atleti di affrontare fin da subito un’ascesa impegnativa: dai 1100 m. della località Avendone si salirà infatti ai 1.868 m del monte San Fermo, passando per la località Avendrino e per la Val di Moren; si proseguirà poi, attraverso il Sentiero Alto, verso il Monte Arano a quota 1.922 m. e il Rifugio Laeng, dove inizierà una vera e propria “picchiata” verso il colle Mignone. Da qui si risalgono i pendii del Monte Mignone, poi raggiunta la sua sommità si riprende la discesa dalla località “Agolo” passando sotto alla caratteristica “Porta de l’Agol”, ritornando al Passo del Mignone ed il Lago di Lova per fare infine ritorno a Borno, in piazza Giovanni Paolo II dove è previsto l’arrivo.

Lungo il percorso verranno dislocati circa 100 volontari delle varie associazioni: CAI Borno, Soccorso Alpino, Protezione Civile, Gruppo Alpini, Gruppo Cinghialetti che si occuperanno sia dei vari punti di ristoro che della sicurezza dei partecipanti alla manifestazione.

Altra novità per l’edizione 2016: in piazza verrà allestito un gazebo, all’interno del quale gli atleti potranno trovare un’équipe di massaggiatori a loro completa disposizione.